Italia – Imprese e Diritto fallimentare (La “domanda di concordato in bianco”)

more+
less-

Italia – Imprese e Diritto fallimentare (La “domanda di concordato in bianco”): La Commissione Studi del Consiglio Nazionale del Notariato, con lo Studio n. 100/2013 pubblicato il 19 aprile 2013, ha approfondito l’istituto del cd. “concordato in bianco” (art. 161, comma 6, della Legge fallimentare, così come modificato dall’art. 33 del D.L. 83/2012, convertito dalla Legge 134/2012). Il Consiglio ha sottolineato che, grazie alla possibilità di attivare la procedura di concordato preventivo con una “domanda incompleta” - da integrare entro il termine fissato dal giudice con la documentazione necessaria e il Piano con la descrizione analitica delle modalità e dei tempi di adempimento della proposta - si è registrato un incremento considerevole delle domande di concordato. Tuttavia il Consiglio ha rilevato anche che esiste un rischio di utilizzo distorto dell’istituto, finalizzato a dilatare in modo abnorme la durata del procedimento con sacrificio sproporzionato e ingiustificato delle ragioni dei creditori. Ne è la conferma l’esistenza di una serie di pronunce giurisprudenziali volte ad evitare deviazioni dalla funzione tipica di questo strumento, creato dal legislatore per far fronte e comporre la crisi aziendale.

LOADING PDF: If there are any problems, click here to download the file.