Extension of the state of emergency: “simplified smart-working” until 15 October 2020

Dentons
Contact

Dentons

Proroga dello stato di emergenza: “smart-working semplificato” fino al 15 Ottobre 2020

È stato finalmente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 30 Luglio 2020 il Decreto-Legge 30 Luglio 2020, n. 83 (disponibile qui), approvato dal Consiglio dei Ministri del 29 Luglio 2020, recante «Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020».

Il nuovo Decreto, come anticipato dal Governo, proroga lo stato di emergenza - dichiarato con delibera del Consiglio dei Ministri del 31 Gennaio 2020 e fissato originariamente al 31 Luglio 2020 - sino al 15 Ottobre 2020, con possibilità per il medesimo Governo di intervenire con provvedimenti ad hoc in caso di necessità, al fine di contenere e contrastare i rischi sanitari derivanti dalla diffusione del COVID-19.

Il Decreto-Legge n. 83/2020, inoltre, proroga i termini di alcune specifiche misure correlate con il predetto stato di emergenza.

In particolare, sotto il profilo giuslavoristico, il citato Decreto è intervenuto in materia di lavoro agile, prorogando al 15 Ottobre 2020 la possibilità per i datori di lavoro privato di fare ricorso allo «smart-working emergenziale», previsto dall’art. 90 del Decreto-Legge 19 Maggio 2020, n. 34 (c.d. «Decreto Rilancio»), convertito nella Legge 17 Giugno 2020, n. 77.

Di conseguenza, le aziende potranno continuare ad applicare lo smart-working secondo le modalità semplificate previste dall’art. 90 del Decreto Rilancio - e dunque senza l’obbligo di sottoscrivere con i dipendenti gli accordi individuali previsti dalla normativa ordinaria in materia di lavoro agile - e ciò sino al 15 Ottobre 2020. Oltre tale data, in assenza di ulteriori proroghe, si applicherà nuovamente il regime ordinario del lavoro agile quale particolare modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato, che ai sensi dell’art. 19 della Legge n. 81/2017 è caratterizzato dall’accordo delle parti da redigersi in forma scritta ai fini della regolarità amministrativa e della prova.

Con riferimento invece al diritto a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile riconosciuto dall’art. 90 del Decreto Rilancio a particolari categorie di soggetti, il nuovo Decreto prevede la proroga dei termini al 15 Ottobre 2020 per i lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio, mentre proroga tale diritto per i genitori lavoratori dipendenti del settore privato che abbiano almeno un figlio minore di 14 anni soltanto fino al 14 Settembre 2020 (con norma che mal si concilia con l’intento emergenziale, ossia connesso allo stato di emergenza, che aveva ispirato l’intero impianto del Decreto Rilancio).

DISCLAIMER: Because of the generality of this update, the information provided herein may not be applicable in all situations and should not be acted upon without specific legal advice based on particular situations.

© Dentons | Attorney Advertising

Written by:

Dentons
Contact
more
less

Dentons on:

Reporters on Deadline

"My best business intelligence, in one easy email…"

Your first step to building a free, personalized, morning email brief covering pertinent authors and topics on JD Supra:
*By using the service, you signify your acceptance of JD Supra's Privacy Policy.
Custom Email Digest
- hide
- hide

This website uses cookies to improve user experience, track anonymous site usage, store authorization tokens and permit sharing on social media networks. By continuing to browse this website you accept the use of cookies. Click here to read more about how we use cookies.