Nuovo Decreto COVID-19: le misure per il superamento della fase emergenziale

Dentons
Contact

Dentons

È entrato in vigore il 25 Marzo u.s., il Decreto-Legge 24 Marzo 2022, n. 24 recante «Disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell'epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza» (il “Decreto”, disponibile qui). Il Decreto, già approvato dal Consiglio dei Ministri del 17 Marzo u.s., contiene le attese disposizioni studiate dal Governo per il graduale allentamento delle misure emergenziali adottate negli scorsi mesi in vista della definitiva eliminazione delle certificazioni verdi COVID-19 e l’uscita dallo stato di emergenza nazionale, il cui termine resta fissato per il 31 Marzo 2022.

Riportiamo dunque, di seguito, una sintesi delle principali misure introdotte dal Decreto in tema di Green Pass, obbligo vaccinale e lavoro agile.

Graduale eliminazione del Green Pass Base

L’art. 6 del Decreto prevede che il c.d. Green Pass Base (ossia quello ottenuto con ciclo vaccinale completo o guarigione da Covid-19 o anche con tampone negativo nelle ultime 72 ore se molecolare o 48 ore se antigenico) sarà necessario per l’accesso ai seguenti servizi ed attività dal 1° Aprile al 30 Aprile 2022:

  1. mense e catering continuativo su base contrattuale;
  2. servizi di ristorazione svolti al banco o al tavolo, al chiuso, da qualsiasi esercizio, ad eccezione dei servizi di ristorazione all'interno di alberghi e di altre strutture ricettive riservati esclusivamente ai clienti ivi alloggiati;
  3. concorsi pubblici;
  4. concorsi di formazione pubblici e privati;
  5. colloqui visivi in presenza con i detenuti e gli internati, all’interno degli istituti penitenziari per adulti e minori;
  6. partecipazione del pubblico agli spettacoli aperti al pubblico, nonché agli eventi e alle competizioni sportivi, che si svolgono all’aperto.

Graduale eliminazione del Green Pass Rafforzato

L’art. 7 del Decreto prevede che il Green Pass Rafforzato (ossia quello ottenuto con ciclo vaccinale completo o guarigione da Covid-19) sarà necessario per l’accesso ai seguenti servizi ed attività a decorrere dal 1° Aprile al 30 Aprile 2022:

  1. piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra e di contatto, centri benessere, anche all'interno di strutture ricettive, per le attività che si svolgono al chiuso, nonché spazi adibiti a spogliatoi e docce, con esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità;
  2. convegni e congressi;
  3. centri culturali, centri sociali e ricreativi, per le attività che si svolgono al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
  4. feste comunque denominate, conseguenti e non conseguenti alle cerimonie civili o religiose, nonché eventi a queste assimilati che si svolgono al chiuso;
  5. attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  6. attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati;
  7. partecipazione del pubblico agli spettacoli aperti al pubblico, nonché agli eventi e alle competizioni sportive che si svolgono al chiuso.

Disposizioni in tema di obblighi vaccinali

L’art. 8 del Decreto prevede la progressiva eliminazione dell’obbligo vaccinale per le seguenti categorie di soggetti:

  1. quanto agli esercenti le professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario (art. 4 del D.L. n. 44/2021), ai lavoratori impiegati in strutture residenziali, socio-assistenziali e socio-sanitarie (c.d. R.S.A.) e al personale impiegato presso strutture sanitarie e socio-sanitarie (art. 4-ter del D.L. n. 44/2021) (art. 4-bis del D.L. n. 44/2021), l’obbligo vaccinale resterà in vigore fino al 31 Dicembre 2022;
  2. quanto al personale scolastico, universitario, dei sistemi educativi e di formazione, del comparto difesa, sicurezza e pronto soccorso (art. 4-ter.1 del D.L. n. 44/2021) e al personale docente ed educativo della scuola (art. 4-ter.2 del D.L. n. 44/2021), l’obbligo vaccinale resterà in vigore per gli insegnanti fino al 15 Giugno 2022; tuttavia, in caso di inottemperanza all’obbligo vaccinale, gli insegnanti non saranno più sospesi dal servizio e dalla retribuzione bensì dovranno essere adibiti a mansioni che non prevedano lo svolgimento di attività didattiche a contatto con gli alunni (i.e. «attività di supporto alla istituzione scolastica»);
  3. quanto ai soggetti che abbiano compiuto il 50° anno di età (c.d. “over 50”) (art. 4-quater del D.L. n. 44/2021): l’obbligo vaccinale continua a rimanere in vigore sino al 15 Giugno 2022.

Impiego del Green Pass Base per l’accesso ai luoghi di lavoro

Ai sensi sempre dell’art. 8 del Decreto, dal 25 Marzo u.s. (data di entrata in vigore del Decreto) e fino al 30 Aprile 2022 potranno accedere ai luoghi di lavoro, anche con il solo Green Pass Base, i seguenti soggetti destinatari dell’obbligo vaccinale:

  1. il personale scolastico, universitario, dei sistemi educativi e di formazione, del comparto difesa, sicurezza e pronto soccorso;
  2. personale docente ed educativo della scuola;
  3. i soggetti “over 50”.

Fermo restando che l’obbligo vaccinale per le predette categorie di lavoratori rimarrà comunque in vigore, come detto sopra, fino al 15 Giugno 2022.

Dal 1° Maggio 2022, per l’accesso ai luoghi di lavoro, cesserà l’obbligo di esibizione del Green Pass per tutti i lavoratori.

Smart working

L’art. 10 del Decreto dispone la proroga di talune misure introdotte per fronteggiare la pandemia COVID-19 ancora in corso. Tra cui la proroga della facoltà di ricorrere allo smart working, senza necessità di stipulazione di un accordo individuale con il singolo lavoratore interessato, sino al 30 Giugno 2022 (cfr. proroga ex art. 10 del Decreto dell’Allegato B del Decreto medesimo).

Sanzioni

Il Decreto estende le sanzioni pecuniarie già previste in caso di inosservanza dell’obbligo vaccinale a tutti coloro che abbiano compiuto il cinquantesimo anno di età, anche al personale scolastico, universitario, dei sistemi educativi e di formazione, del comparto difesa, sicurezza e pronto soccorso (art. 4-ter.1 del D.L. n. 44/2021) e al personale docente ed educativo della scuola (art. 4 ter.2 del D.L. n. 44/2021).

Written by:

Dentons
Contact
more
less

Dentons on:

Reporters on Deadline

"My best business intelligence, in one easy email…"

Your first step to building a free, personalized, morning email brief covering pertinent authors and topics on JD Supra:
*By using the service, you signify your acceptance of JD Supra's Privacy Policy.
Custom Email Digest
- hide
- hide

This website uses cookies to improve user experience, track anonymous site usage, store authorization tokens and permit sharing on social media networks. By continuing to browse this website you accept the use of cookies. Click here to read more about how we use cookies.